come progettare un negozio di ottica

Il design in sinergia con il marketing: come progettare un negozio di ottica

Volete sapere come progettare un negozio di ottica? Per questo ci sono tanti professionisti pronti ad aiutarvi, e di certo lo sapete. Tuttavia, non potete semplicemente delegare questo compito a qualcun altro e rientrare in negozio solo quando sarà pronto… Ogni ottico è parte integrante della progettazione del suo negozio.

Il negozio a “immagine e somiglianza” dell’ottico

Prima di affidarvi ai professionisti del settore, se deciderete di farlo, dovrete avere le idee chiare. Infatti, un designer può sapere cos’ha bisogno di vedere un cliente appena entra nel negozio, ma non sa chi è l’ottico che lo gestirà. Non lo conosce. Il fatto è che al giorno d’oggi non vogliamo più entrare in un negozio “impersonale”. Vogliamo scegliere qualcosa di differente. Ci sono tantissimi negozi di ottica ai quali possiamo affidarci, ma – da clienti – vogliamo sempre trovare quello che fa per noi.

Per aiutare i potenziali clienti a sceglierci dobbiamo mostrare loro qualcosa di noi, anche all’interno del negozio. Quindi, quando si tratta di arredamento e di comprendere come progettare un negozio di ottica, non dobbiamo pensare a come dovrebbe essere UN punto vendita: dobbiamo pensare a come dovrebbe essere il NOSTRO punto vendita. Creare un ambiente che ci piace davvero, persino da un punto di vista del design, è una soluzione che ci aiuta anche a lavorare meglio e con l’umore giusto.

Come progettare un negozio di ottica? Comodità, funzionalità e innovazione

Oltre alla personalità, protagonista vincente di qualunque tipologia di business, dobbiamo sempre pensare al cliente. Mettiamoci nei suoi panni. Cosa vorrebbe trovare appena entrato nel negozio? Quale dovrebbe essere l’illuminazione ideale? Come vorremmo che si sentisse il nostro cliente non appena mette piede nel nostro negozio? E, ancora, cosa dovrebbe pensare quando passa di fronte alle nostre vetrine?

Questi sono tutti dettagli da non sottovalutare durante la progettazione del punto vendita. In più, non dobbiamo dimenticare cosa ci “impone” la nostra epoca: abbiamo bisogno di portare la comodità e numerose funzionalità all’interno degli ambienti. In questo, fortunatamente, ci aiuta l’innovazione. Perciò, non possiamo fare a meno di implementare la tecnologia più attuale nei nostri negozi.

Distinguersi è sempre la parola chiave

Insomma, come avrete compreso, per capire come progettare un negozio di ottica bisogna partire da noi e pensare al cliente. Bisogna usare la personalità e fare del nostro meglio per accogliere la clientela. Pertanto, può essere certamente una questione di scaffali, allestimento e illuminazione, ma c’è ben altro dietro la progettazione di un negozio!

È una questione di design e di accoglienza, che però si trasforma in una potente strategia di marketing nel momento in cui non ci limitiamo più a scegliere un allestimento “tradizionale”, ma lo personalizziamo in base alle nostre preferenze e caratteristiche, e a seconda di quello che vogliamo mostrare/offrire al cliente. Questo ci permette di distinguerci, dando sempre quel tocco di originalità in più al negozio.

In conclusione, riuscire a comprendere come progettare un negozio di ottica al meglio vuol dire anche riuscire ad esprimere appieno noi stessi come professionisti, mettendo la nostra personalità nell’ambiente e dando modo al cliente di sentirsi proprio nel posto giusto.

Se ti è piaciuto questo post, clicca Mi Piace qui sotto!

Nico Caradonna

Nico Caradonna

Ottico, Ortottista e Blogger. Nel mio negozio sperimento tecniche di marketing per l'ottica e sul mio blog le racconto.

Ti è piaciuto il mio articolo? Ti ha ispirato particolarmente? Se ti va puoi ricambiare con un piccolo regalo: i miei preferiti sono libri! Li ho raccolti tutti nella mia lista di Amazon :)

Chi ha letto questo articolo ha letto anche...

2 Responses

  1. Bellissima questa filosofia che include negozio e cliente: io ho un’attività diversa ma ho adottato lo stesso approccio.
    Alla fine, è la tua attività e dovrebbe rispecchiarti pur con dei limiti.
    Io ho fatto un mix fra cose più “istituzionali” come espositori per negozi, vetrine fatte in un certo modo, cartelli, avvisi e angolo offerte, ma per il resto ho cercato di arredare seguendo il mio gusto e proponendo solo prodotti che in qualche modo fossero legati a me.
    Secondo me è il modo migliore per sentirsi a proprio agio e seguire tutto al meglio!

    1. Grazie Sara, son felice di sapere che tu condivida questa visione. E’ troppo importante rendere uno spazio (negozio) accogliente e coerente con i valori di chi lo gestisce 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.