La difficoltà di iniziare a fare marketing per il negozio di ottica

La difficoltà di iniziare a fare marketing per il negozio di ottica

Sì, quando si tratta di marketing le cose non sono semplici, soprattutto all’inizio. Infatti, ricordo che quando ho iniziato a lavorarci per promuovere il mio negozio ho passato periodi davvero stressanti. Avevo la necessità di fare tanti test per capire cosa potesse funzionare e molto spesso mi rendevo conto di aver sbagliato tutto o quasi…

Sì, all’inizio possiamo andare incontro a notevoli difficoltà. Tuttavia, è proprio su quel “quasi tutto” che dobbiamo contare. Sono proprio gli errori che mi hanno portato avanti, mese per mese, e che possono portare avanti tutti noi quando si tratta di marketing. È una contraddizione? No, non esattamente, e adesso vi spiegherò il perché.

Non si tratta solamente di test, ma di primi passi che ci aiutano a capire cosa fare

Mi spiego meglio. Quelle poche cose che andavano bene le ripetevo e le perfezionavo per renderle sempre più performanti. Quelle che invece non funzionavano – i miei “errori” di marketing – le usavo, le studiavo e cercavo di comprendere tutti i perché del loro mancato funzionamento. È stato così che sono riuscito a mettere in atto le prime strategie di Instagram Marketing e Facebook Marketing per il negozio di ottica.

Non ho avuto la fortuna di partire subito e bene, ma questo fa parte del gioco. In fondo, non possiamo mai sapere cosa fare esattamente se non iniziamo a provare. Perciò, sì, all’inizio è dura e ho dovuto sudare per trovare uno stile riconoscibile e utile alla comunicazione dei miei valori.

Queste difficoltà si possono incontrare in ogni aspetto del marketing, ma sono proprio quelle che ci aiutano a capire come comunicare con i clienti e come promuovere al meglio i nostri negozi di ottica. Perciò, se siete agli inizi, se state tentando di ideare e avviare le vostre strategie di marketing ma ancora non siete riusciti ad ottenere i risultati prefissati, non preoccupatevi… è assolutamente normale!

Fa tutto parte del nostro percorso, anche gli errori e le difficoltà iniziali

Non tutti siamo uguali. Non tutti abbiamo gli stessi obiettivi. Questo significa che quelle che troviamo online sono indicazioni generali, che non sono “perfette” per ognuno di noi.

In pratica, come ho fatto io all’inizio, quasi certamente avete fatto una ricerca per trovare le strategie di marketing da usare per il vostro negozio. Però, vi sarete accorti che, mettendole in atto, non è stato tutto oro quello che sulla “carta” sembrava luccicare…

Infatti, quelle strategie avranno funzionato per altri e questo ha portato le persone che le hanno usate a condividerle con noi. Tuttavia, come dicevo prima, noi non siamo tutti uguali. Quindi, ciò che ha funzionato per gli altri potrebbe non funzionare per noi. Cosa dobbiamo fare allora? La parola d’ordine è: personalizzare.

È proprio questo il nostro percorso: proviamo, personalizziamo, sbagliamo, studiamo gli errori, rielaboriamo le tecniche e riproviamo.

Le difficoltà ci sono e sono proprio quelle che ci portano a ricalcolare e a riprovare fino a trovare ciò che funziona di più per noi. In seguito, potremo perfezionare queste strategie e renderle ancora più performanti.

Senza provare non possiamo sbagliare, e senza sbagliare non è facile arrivare alla giusta conclusione. Anche questo fa parte del marketing. Le difficoltà fanno parte del gioco e, alla fine, ci permettono di sentirci ancor più soddisfatti dei risultati ottenuti. Questo vale per chi opera nel mondo dell’ottica, ma vale proprio per tutti, e l’ho imparato proprio all’interno del mio percorso alla scoperta del marketing vincente per il mio negozio.

I miei consigli finali

Come avrete capito, quando si tratta di marketing non esiste un libretto di istruzioni uguale per tutti. Nonostante questo, esistono però delle basi da seguire, che sono quelle che troviamo online, nei libri e grazie a corsi specifici. Perciò, anche se quello che avete provato finora non ha funzionato con voi, non significa che non funziona per niente.

Trovate quindi un punto di riferimento, possibilmente non del nostro settore. Infatti, seguire un collega bravo può penalizzarci proprio perché non riusciremo mai a fare la stessa cosa e, tra l’altro, non dovremo mai farlo se l’intento è quello di differenziarci dagli altri e farci preferire dai nostri potenziali clienti. Seguire invece un bravo professionista di un altro settore potrà portarvi a formulare “pensieri laterali” che in tanti casi vi consentiranno di attivare cose nuove ed insolite, magari di grande successo nel tempo.

Dovrete personalizzare quelle strategie di marketing in base ai vostri valori, a quello che siete, a quello che fate e a quello in cui credete. In seguito, un buon monitoraggio vi aiuterà a capire come fare la differenza, cosa modificare, cosa eliminare e cosa migliorare. Se la strategia non subisce un “restyling” e non viene modellata in base a ciò che siete, i risultati non saranno quelli sperati.

Perciò, iniziate e usate le difficoltà incontrate nel marketing come un’opportunità per fare di meglio. Non sono il vostro scoglio, ma sono il vostro scalino per salire ogni volta più in alto avvicinandovi al traguardo.

Se ti è piaciuto questo post, clicca Mi Piace qui sotto!

Nico Caradonna

Nico Caradonna

Ottico, Ortottista e Blogger. Nel mio negozio sperimento tecniche di marketing per l'ottica e sul mio blog le racconto.

Ti è piaciuto il mio articolo? Ti ha ispirato particolarmente? Se ti va puoi ricambiare con un piccolo regalo: i miei preferiti sono libri! Li ho raccolti tutti nella mia lista di Amazon :)

Chi ha letto questo articolo ha letto anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *